Nato a Reggio Calabria nel 1985, giornalista professionista, ho conseguito la laurea magistrale in giurisprudenza con una tesi di laurea in procedura penale e diritto penale.
Ha mosso i primi passi nel giornalismo televisivo nella sua regione.
Negli stessi anni ha dato vita ad un blog personale diventato in breve tempo molto noto: nel 2008 il blog viene sequestrato – con un provvedimento della magistratura all’epoca inedito – a causa di una querela che poi verrà archiviata.
Nel 2010 subisce un attentato incendiario che manda in cenere la sua autovettura. Autori e mandanti di quell’attentato sono stati condannati. Tre gradi di giudizio hanno confermato la matrice mafiosa del gesto in risposta ai suoi articoli di denuncia.
Nel 2009 lavora per Casaleggio Associati nella produzione di contenuti multimediali.
Prima di approdare a “Le Iene”, ha lavorato per Report su Rai3; “Exit” e “Piazzapulita” su La7.
Possiede una licenza aeronautica, la patente nautica, il porto d’armi ad uso sportivo. È stato arbitro di calcio. Appassionato di running, tennista amatoriale.

PUBBLICAZIONI
Nel 2010, con Felice Manti, per Aliberti Editore ha pubblicato il libro “O Mia bella Madu’ndrina” sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta al nord.
Nel 2019, con Emanuele Bissattini e Mattia Ammirati, per Round Robin Editrice, ha pubblicato la graphic novel: “David Rossi, una storia italiana”

RICONOSCIMENTI
Per il volume “O mia bella Madu’ndrina”:
– Premio Rosario Livatino 2011.

Per l’inchiesta televisiva sulla morte del manager MPS David Rossi:
– “Noce d’oro” del Festival Benevento Cinema&TV;
– “Premio Europeo di Giornalismo Investigativo e Giudiziario” II Edizione Taormina)

Stefano De Martino nasce a Torre Annunziata (Na) nel 1989 da padre ballerino di danza classica e madre insegnante.

La danza, respirata in famiglia sin da bambino – con il padre in forze nel Corpo di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli – diventa la sua passione a partire dai 10 anni.

Nel 2007 si aggiudica una borsa di studio a New York, presso il Broadway Dance Center, dove si specializza in danza moderna e contemporanea e in seguito lavora nella Oltre Dance Company con la coreografa Macia Del Prete.

Nel 2009 partecipa come concorrente alla nona edizione del talent show Amici di Maria De Filippi, su Canale 5 dove viene eliminato in semifinale, ma si classifica primo tra i ballerini e soprattutto conquista l’affetto e il seguito del pubblico.

Quello stesso anno, vince un contratto con il Complexions Contemporary Ballet, celeberrima Compagnia di danza classica e moderna fondata a New York da Dwight Rhoden e Desmond Richardson e definita dal Times “microcosmo dei migliori talenti della danza americana”. Con Complexions intraprende un tour internazionale che lo porta in Nuova ZelandaAustralia e Hawaii.

Dal 2010 è di nuovo ad Amici di Maria De Filippi, questa volta in qualità di ballerino professionista.

Nel frattempo lavora come insegnante di danza e coreografo. Nel 2011, nel balletto di Luciano Cannito Cassandra, interpreta il ruolo di Enea.

Nel 2015 De Martino diventa supporter e conduttore del daytime di Amici di Maria De Filippi. Nello stesso anno è uno dei protagonisti di Pequeños gigantes, programma condotto da Belén Rodríguez andato in onda all’inizio del 2016 su Canale 5. A partire dal 2016 è nel cast di Selfie – Le cose cambiano, condotto da Simona Ventura su Canale 5.

Nel 2018 è l’inviato del reality show di Canale 5 L’isola dei famosi, condotto da Alessia Marcuzzi.

Dal 2019 conduce su Rai 2 il programma comico Made in Sud. Nel medesimo anno conduce sempre su Rai 2  la Notte della Taranta, la finale del Festival di Castrocaro 2019.

Dal 2019 presenta Stasera tutto è possibile.

Giornalista, autrice e conduttrice televisiva, scrittrice. Daria Bignardi ha ideato programmi cult come “Tempi Moderni” per Italia Uno e “Le Invasioni Barbariche” per  La7 e condotto, tra gli altri, “A tutto volume” e il primo “Il Grande Fratello” su Canale 5. Da gennaio 2016 a luglio 2017 è stata Direttrice di Rai 3. Firma di “Vanity Fair” dalla prima edizione italiana, ha condotto, per quindici anni, il programma di libri “La mezz’ora Daria” su Radio Deejay. È autrice di sei romanzi editi da Mondadori e tradotti in molti paesi: dal mémoire d’esordio “Non vi lascerò orfani” a “Storia della mia ansia”. Dopo un’esperienza come insegnante di Storytelling all’Università di Lettere Alma Mater di Bologna, nel 2018 ha esordito a teatro con il ciclo di letture sceniche “La coscienza dell’ansia”. Da ottobre 2019 torna in tv con il suo nuovo programma “L’Assedio”, in onda in prima serata sul Nove

Salvo Sottile giornalista e scrittore, debutta in Sicilia giovanissimo nel 1989 facendo il cronista di strada per conto di piccoli quotidiani e tv regionali.

Nel 1992, dopo un periodo di prova, a soli 21 anni, viene assunto al TG5 come corrispondente da Palermo. Sue le storiche dirette sui grandi processi di mafia e sulle stragi in cui morirono i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Nel 2001 Sottile lavora come inviato all’estero. Da New York racconta l’attentato terroristico alle Torri Gemelle e per 64 giorni assume le mansioni di corrispondente di guerra durante il conflitto in Afghanistan.

Nel 2003, dopo undici anni, Salvo Sottile approda al tg all news di Sky. E’ una parentesi che dura due anni.

Nel 2005 il ritorno a Mediaset dove prima conduce come anchorman le principali edizioni del Tg5 e poi nel 2009 debutta in prima serata su Retequattro alla conduzione di Quarto grado, un programma sui gialli e i casi irrisolti.Il programma nel 2010 fa registrare alla rete un record assoluto: 18,33 di share con 4 milioni e 665 mila telespettatori.

L’8 luglio 2013, Salvo Sottile passa a LA7.Conduce in prima serata il programma di cronaca Linea gialla e il talk politico estivo “In onda”.

A giugno del 2015 debutta in RAI conducendo su Raiuno programmi come Vita in Diretta e Domenica in.

Nel 2016 viene chiamato a Raitre. Nel daytime conduce la striscia quotidiana “Mi Manda Raitre”, programma di servizio sul mondo dei consumi e delle ingiustizie. Dal 2017 è il volto e il narratore di “Prima dell’alba”, programma girato “on the road” sul mondo della notte trasmesso nella seconda serata di Raitre con speciali di prima serata.

Tra i suoi lavori tre romanzi “gialli”, Maqeda (2007-Baldini Castoldi Dalai), Più scuro di mezzanotte (2009,Sperling & Kupfer) e Cruel (2015-Mondadori)

Da settembre 2021 conduce I Fatti Vostri su Rai2

 

Nato nel 1962 a Torella del Sannio in provincia di Campobasso, ha iniziato la carriera giornalistica sulle testate regionali. E’ stato inviato di Ballarò e autore di Presa Diretta.
Dal 2013 è autore e conduttore del programma d’inchiesta I dieci comandamenti in onda su Raitre e giunto quest’anno alla 6^ edizione.
Per cinque volte gli è stato attribuito il Premio Ilaria Alpi.
Nel 2015 ha ricevuto il Premio Paolo Borsellino per l’impegno giornalistico contro le mafie e nel 2017, con il reportage La rivoluzione industriale, il Premio Goffredo Parise.
Con il documentario Lontano dagli occhi ha ricevuto, nel 2017, prestigiosi riconoscimenti internazionali a Berlino, Montecarlo e Los Angeles.

Massimo Gramellini (Torino, 2 ottobre 1960) è un giornalista e scrittore italiano, vicedirettore ed editorialista del Corriere della Sera.

 

Dopo aver trascorso 28 anni alla Stampa, il 21 gennaio 2017 saluta i suoi lettori con un ultimo “Buongiorno”. Dal successivo 13 febbraio collabora al “Corriere della Sera” come editorialista, e con una rubrica quotidiana intitolata “Il caffè.”

Nata in Germania, cresciuta tra l’Italia e gli Stati Uniti, Mia Ceran ottiene il primo lavoro a diciannove anni come stagista nella sede romana della CNN. Mentre lavora, si laurea a pieni voti in economia aziendale.Nel 2009 inizia a collaborare con Mediaset, dove lavora a Matrix, TG5 e Studio Aperto; nel 2011 diventa giornalista professionista.Nel 2011 approda a La7, lavora come inviata prima per il programma L’Aria che Tira, poi In Onda. Gira l’Italia (con una media di cinquanta trasferte l’anno) per realizzare servizi e reportage su temi economici, politici e sociali.Dopo aver affiancato Gerardo Greco alla conduzione del programma Agorà, di cui diventa anche autrice, sempre su RaiTre nel 2014 conduce il talk-show politico “Millennium”. L’anno successivo e per due edizioni (2015-2016) conduce su RaiUno, insieme al collega Alessio Zucchini, le quattro ore di diretta di Unomattina Estate, coprendo eventi come gli attentati di Dacca, Nizza, la Brexit e il terremoto nel centro-Italia. Dalla collaborazione con Quelli Che Il Calcio, per cui dal 2016 si collega dal mondo (USA, Islanda, Francia, Portogallo, Germania), nasce il rapporto con la Gialappa’s Band, che la vuole insieme al Mago Forest alla conduzione di Rai Dire Niùs, notiziario comico di RaiDue.Attualmente conduce, con Luca e Paolo, Quelli che il Calcio.

 

Nata a Bolzano nel 1957, è una giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva, nonché ex politica (parlamentare europea dal 2004 al 2008). Laureata in lingue e letterature straniere, è presso Telebolzano che svolge il praticantato da giornalista. All’inizio degli anni ’80 approda alla redazione di Bolzano del TGR Trentino Alto-Adige, per poi passare al TG2 nel 1986 e al TG1 nel 1990, occupandosi di politica estera e curando servizi in qualità di inviata. Nel 1994 esordisce come conduttrice televisiva in Alvoto, Al voto! su Rai1, mentre dal 2008 conduce Otto e mezzo sulla rete La7. La sua carriera giornalistica non è solo televisiva: ha anche collaborato con i quotidiani La Stampa e Il Corriere della Sera.

Numerose le sue pubblicazioni: Quei giorni a Berlino, I miei Giorni a Baghdad, L’altro Islam. Un viaggio nella terra degli sciiti, Chador. Nel cuore diviso dell’Iran, America anno zero. Viaggio in una nazione in guerra con se stessa, Figlie dell’Islam. La rivoluzione pacifica delle donne musulmane, Streghe. La riscossa delle donne d’Italia, Ritorno a Berlino, Eredità. Una storia della mia famiglia tra l’impero e il fascismo, Tempesta, Prigionieri dell’Islam. Terrorismo, migrazioni, integrazione: il triangolo che cambia la nostra vita

Tv Reporter e inviata di Piazza Pulita  – (La7)

Umberto Alezio è nato il 25/10/1979 a Torre del Greco provincia di Napoli, si è laureato in Scienze della Comunicazione con indirizzo Marketing e Impresa, inizia a lavorare a Londra per l’agenzia Pubblicitaria David Ogilvy, Swatch e con l’area creativa di Fox U.k. in Italia collabora con McCann-Erikson. Successivamente per la tv a Rai 1 e Rai 2 come Autore e con la casa di produzione Magnolia/Zodiak. Ha firmato la regia di due book trailers per Fausto Brizzi per i romanzi “Cento Giorni di Felicità” e “Ho Sposato una Vegana”. Per nove anni è stato autore del Programma “Le Iene Show”, lavorando principalmente per i servizi di Enrico Lucci, Filippo Roma e Sabrina Nobile. Ha ideato e condotto “I Fuori Posto” programma quotidiano su Radio 24. Dal 2016 è passato in Rai come vice capo progetto del programma di prima serata “Nemo nessuno – escluso” condotto da Enrico Lucci.

Giornalista, scrittore, autore e conduttore televisivo, nasce a Cagliari nel 1970. Dal 1996 ad oggi ha scritto per numerose testate giornalistiche, quali L’Italia settimanale, Il Giornale, Vanity Fair, Il Fatto quotidiano, Linkiesta, La Verità. Esordisce come autore televisivo nel 2001 per la Rai, con Chiambretti c’è, cui seguiranno L’Allievo (Italia 1), Batti & Ribatti (Rai 1) e Cronache Marziane (Italia 1). Come autore e conduttore, lo vediamo in Tetris, Parenti Serpenti e Planet 430. Fra gli altri programmi condotti ricordiamo Omnibus Estate, In onda, matrix, Terza repubblica, Bianco e Nero – Cronache italiane. Direttore della collana storico-politica Radici nel Presente della casa editrice Sperling & Kupfer, è autore di numerose pubblicazioni: Da Moana a Dylan Dog,Cuori neri, Qualcuno era comunista, La marchesa, la villa e il Cavaliere […], Gioventù amore e rabbia.

Nato a Napoli nel 1979, è scrittore e saggista, divenuto celebre con il romanzo Gomorra, pubblicato nel 2006, in cui viene alla luce il suo modus operandi: raccontare la criminalità organizzata campana attraverso la letteratura e il reportage. Vanta di numerose collaborazioni con testate giornalistiche italiane e straniere, quali L’Espresso, La Repubblica, New York Times, Washington Post, Newsweek, TIME, El Pais Die Zeit, Der Spiegel, Guardian. Tra le sue numerosissime pubblicazioni, ricordiamo il già citato romanzo Gomorra (che in seguito diventerà anche film – David di Donatello per la migliore sceneggiatura 2009 – e serie tv), ZeroZeroZero, La paranza dei bambini, Il contrario della morte e Super Santos.

Scrittore, autore e sceneggiatore, nasce a Palmi nel 1962. È inizialmente musicista, componendo per teatro, tv e cinema: firma insieme a Luca Testoni la colonna sonora del film E allora mambo!. Scrive musiche per numerosi personaggi noti, tra i quali Antonio Albanese: sarà l’amicizia con quest’ultimo a sancire l’inizio della carriera di Pietro Guerrera come autore, infatti insieme all’attore scrive le sue performance televisive e teatrali. I programmi tv di cui è autore sono: Superciro, Le Iene, Bulldozer, Glob – L’osceno del villaggio e Zelig. Inoltre scrive anche per i protagonisti di Mai dire Lunedì (Mago Forest e Gialappa’s band), è autore di Maurizio Crozza per Crozza Italia, ha scritto per il programma di Ale e Franz Buona la prima e per Victor Victoria di Victoria Cabello, è autore della prima edizione di G Day di Geppi Cucciari e di Luca e Paolo in Scherzi a parte. Dal 2016 è autore di Che tempo che fa.

Conduttrice televisiva e giornalista sportiva, debutta in televisione nel 1997 con La giostra dei goal (Rai International) che conduce per sei stagioni, in linea con la sua grande passione per il calcio. Proprio tale passione le consente di curare nel 2000 uno speciale relativo agli Europei di quell’anno. Nel 2001 diventa ufficialmente giornalista pubblicista, continuando a condurre numerosi programmi televisivi su Rai1, La7 e Sky: Cominciamo bene estate, Mondiali di calcio 2002, Sky Calcio Show, Italia che vai, Timbuctu, Campioni, il sogno, Mondiali di Calcio 2006, Exit – Uscita di sicurezza Sky Mondiale Show, Sky Euro show. Nel 2006 ha un’esperienza di doppiaggio cinematografico nel film d’animazione Eragon, mentre nel 2008 è nel cast del film L’allenatore nel pallone 2. Nel 2012 pubblica il libro Dove io non sono.

È una scrittrice, giornalista e conduttrice televisiva italiana.
Laureata in filosofia presso l’Università di Salerno con un tesi sui contributi statali per il sud ed il movimento operaio, diventa giornalista professionista nel 1976. Inizialmente è corrispondente estero USA per il manifesto, dal 1981 al 1993 è corrispondente estero per La Repubblica, poi per il Corriere della Sera.
Avvia la sua carriera televisiva nel 1995, con il programma Linea tre per poi diventare direttrice del Tg3 (1996-1998) e Presidente della RAI nel 2003.
Dal 2005 è conduttrice di In ½ ora, nel 2011 conduce il programma Potere, articolato in sei puntate, nel 2013 Leader, altro programma televisivo di approfondimento politico.
Dal 2012 è direttrice di Huffington Post Italia.
Nel 2014 riceve il Premio America della Fondazione Italia USA, conferitole presso la Camera dei Deputati.

Nata ad Alessandria nel 1964, è giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva. Volto storico della testata giornalistica di canale 5, il TG 5, debutta in televisione nel 1988 con Caccia ai 13 su Odeon TV.
Entra a far parte dell’albo dei giornalisti nel 1993, continuando la sua carriera televisiva sulle reti Mediaset. Numerosissime le sue conduzioni: Calciomania, Diana – Scacco al Re, Verissimo, Strano ma vero, Stirpe Reale, Donna sotto le stelle, Un Papa di nome Giovanni. Nel 2003 è conduttrice del reality The Bachelor – L’uomo dei sogni, nel 2014 approda in Rai per condurre La vita in diretta.

Nato a Napoli nel 1968 è giornalista e conduttore televisivo. Inizia la sua carriera giornalistica a Firenze, per Paese Sera, durante gli studi universitari (Facoltà di giurisprudenza) si trasferisce a Londra diventando corrispondente per il manifesto. Tornato in Italia continua a lavorare per il manifesto, presso la redazione romana del quotidiano, occupandosi di politica e spettacoli. Debutta in Rai nel 1994, con il programma Tempo Reale, mentre dal 1996 al 1999 lavora in Mediaset come inviato per le trasmissioni Moby Dick e Moby’s. Nel 2000 torna in Rai, con i programmi Circus, Raggio Verde, Sciuscià. Dal 2003 al 2008 conduce il talk-show politico Controcorrente per la rete Sky TG 24, mentre nell’estate 2006 e 2008 conduce il programma radiofonico La Zanzara (Radio 24). Nel 2008 collabora con Michele Santoro nella realizzazione delle inchieste per AnnoZero. Nel 2014 è il primo giornalista italiano ad entrare a Kobane così da documentare l’assedio dell’ISIS per il programma Piazzapulita, programma di cui è autore e conduttore su La7. Ha pubblicato due opere tra il 2013 e il 2016: Il falso nemico: perché non sconfiggiamo il califfato nero e Impresa impossibile: storie di italiani che hanno combattuto e vinto la crisi.

Nato a Torino nel 1968, è attore, autore televisivo e doppiatore. È attore nei film Jingle Bells e Ravanello Pallido, mentre lo vediamo nei programmi tv Ciau Bale, Italialand, Crozza nel Paese delle Meraviglie, a teatro con Giro d’Italialand e Ciau Bale. È autore di numerosi programmi destinati alla televisione: Piloti, Colpi di Sole, Convenscion, Bulldozer, Ciro, il figlio di Target, Mai dire Martedì, Zelig, Glob, Crozza Italia, Victor Victoria – Niente è come sembra, Italialand, Crozza nel Paese delle Meraviglie.

Classe 1967, è giornalista, scrittore e conduttore televisivo. Laureatosi in Scienze politiche alla Luiss di Roma con una tesi in Sociologia politica, frequenta successivamente il corso biennale sostitutivo del praticantato della Scuola di Giornalismo Radiotelevisivo di Perugia. Viene assunto dal giornale Radio Rai nel 1996 come redattore economico, inviato e conduttore. Per il Giornale Radio seguì la nascita dell’Euro, il G8 2001 a Genova e l’attacco alle Torri Gemelle: si trovava a New York l’11 settembre, dopo tale esperienza venne nominato corrispondente USA. Nel 2002 diventa conduttore del talk-show Ballarò, programma che lascia nel 2014 quando approda alla 7, rete per la quale conduce Dimartedì e Otto e mezzo.  È autore di numerose pubblicazioni: I primi 25 anni, Guida al Lavoro, Ma che volete da noi, Tossicoindipendenze, Il tuo contratto. Metalmeccanici, Una Cosa di (Centro)sinistra, Fatti chiari,  Mal di merito, La fabbrica degli ignoranti.
Nel corso della sua carriera giornalistica ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti.

Nato nel 1966 a Roma, si forma nel laboratorio di esercitazioni sceniche diretto da Gigi Proietti e, dopo 10 anni sul palcoscenico accanto al maestro, continua la sua carriera autonomamente, ottenendo una serie di consensi con i suoi one man show in giro per l’Italia. Ricordiamo il primo grande successo, ripreso nel 2000 anche dalle reti Mediaset, “Io per voi un libro aperto”; nel 2010 e nel 2014 è Rugantino, l’amata maschera romana portata anche a Broadway, nel 50esimo anniversario del suo “sbarco” a New York, interpretata al tempo da Nino Manfredi. Accanto alla fortunata attività teatrale, che lo vede ogni anno sul palcoscenico con un titolo diverso (tra gli altri ricordiamo Non sia mai viene qualcuno, Sono romano ma non è colpa mia, Tutto suo padre, Evolushow, Enricomincio da me, Innamorato Perso, attualmente in scena), si affiancano anche quella televisiva, come protagonista di fiction (Il maresciallo Rocca, Un medico in famiglia, Il bambino di Betlemme e Sant’Antonio di Padova, per la rai, o Fratelli detective, per canale 5, per citarne solo alcune) e conduttore di programmi di intrattenimento (Il meglio d’Italia, su Rai 1), e soprattutto quella cinematografica (ad esempio, La Bomba, South Kensinghton, Ex-amici come prima, Ci vediamo domani, Stai lontana da me, Tutte le vogliono, Poveri ma ricchi e altri ancora). Autore anche di libri che si ispirano ai suoi spettacoli e alla sua vita (Tutto quello che non vi ho detto; A sproposito di noi, sono alcuni titoli), l’ultimo dei quali racconta nel suo consueto modo scanzonato la recente paternità: Nessun dorma (tranne lei), per Rizzoli. E, a proposito di bambini, è sua la voce di Olaf, il tenero pupazzo di neve nel film d’animazione Disney Frozen. Molte anime, diverse facce della stessa arte; un unico talento, capace di regalare sorrisi e divertimento al proprio pubblico.

 

Inizia a studiare pianoforte a 6 anni ed esordisce professionalmente a 15. Dopo il diploma di conservatorio conseguito a Firenze nel 1993 – e una breve esperienza come turnista nel mondo del pop con Raf e Jovanotti fra gli altri – si afferma nel jazz, suonando su palchi comea Town Hall di New York, la Scala di Milano e Umbria Jazz. Fondamentale è la collaborazione, iniziata nel 1996 e mai interrotta, con Enrico Rava, al fianco del quale tiene centinaia di concerti e incide 13 dischi. I più recenti: Tati (2005), The Third Man (2007) e New York Days (2008). Nel corso della carriera collabora con musicisti come Pat Metheny, Gato Barbieri, Richard Galliano, Sol Gabetta, Phil Woods, Lee Konitz, Bill Frisell, Chico Buarque, Caetano Veloso e Chick Corea, con cui realizza il disco live Orvieto (2011).

Nel 1998, alla guida del gruppo L’Orchestra del Titanic, omaggia la musica italiana degli anni ’30 e ’40 con Abbassa la tua radio, disco-spettacolo a cui collaborano Peppe Servillo, Irene Grandi, Marco Parente, Barbara Casini, Roberto Gatto. Particolarmente fuori dai canoni risultano poi lavori come La gnosi delle fanfole, insieme al cantautore Massimo Altomare su testi di Fosco Maraini (1998), Cantata dei Pastori Immobili, Oratorio musicale per quattro voci, realizzato su testi di David Riondino (2004) e il disco di canzoni scandinave Gleda (2005). Come produttore artistico e arrangiatore lavora inoltre al disco di Bodo Rondelli Disperati intellettuali ubriaconi (2002), vincendo il premio Ciampi.

Tra il 2002 il 2006 incide quatto dischi per l’etichetta francese Label Bleu: Les Fleures Bleues, Smat Smat, Concertone e I Visionari. Il 2006 è anche l’anno di Piano Solo (disco dell’anno per «Musica Jazz»). Nel 2007 esce BollaniCarioca, disco realizzato insieme a grandissimi artisti brasiliani: a dicembre è il secondo musicista, dopo Antonio Carlos Jobim, a suonare un piano a coda in una favela di Rio de Janeiro. Sempre nel 2007 vince lo European Jazz Preis e viene inserito dalla rivista americana «Allaboutjazz» nell’elenco dei cinque migliori musicisti dell’anno insieme a Dave Brubeck, Ornette Coleman, Charles Mingus e Sonny Rollins. Tra le produzioni più recenti: Big Band (2013); Joy In Spite of Everything (2014); Sheik Yer Zappa (2014), live dedicato a Frank Zappa; Arrivano gli alieni (2015), in cui si cimenta per la prima volta come cantautore; Napoli Trip (2016), con Daniele Sepe, Manu Katché e Jan Bang fra gli altri. Presta inoltre il suo piano ad artisti del pop-rock italiano tra cui Irene Grandi, con cui firma l’album Irene Grandi e Stefano Bollani (2012). Nel 2020 Stefano Bollani incide Piano Variations on Jesus Christ Superstar, in occasione del 50essimo anniversario dell’opera.

 

In ambito classico si esibisce come solista con orchestre sinfoniche (Gewandhaus di Lipsia, Concertgebouw di Amsterdam, Orchestre de Paris, Filarmonica della Scala di Milano, Santa Cecilia di Roma, Toronto Symphony Orchestra) al fianco di direttori come Zubin Mehta, Kristjan Järvi, Daniel Harding, Antonio Pappano e soprattutto Riccardo Chailly, con cui incide Rhapsody in Blue e Concerto in Fa di Gershwin in un cd (2010) che vince il Disco di Platino con più di 70.000 copie vendute. Seguono il Concerto in Sol di Maurice Ravel (2012) e nel 2013 un DVD live registrato alla Scala di Milano con il Concerto in Fa.

Dal 2017 si esibisce con Concerto Azzurro e dal 2019 con Concerto Verde dedicati rispettivamente al Chakra della gola e e della comunicazione e al Chakra del cuore e dell’amore che confluiscono nel disco orchestrale El Chakracanta – live in Buenos Aires” che contiene anche due tanghi originali.

 

La sua voglia di sperimentazione sconfina nel mondo dell’editoria. Nel 2006, per Baldini Castoldi Dalai, pubblica il romanzo La sindrome di Brontolo, cui seguono Parliamo di musica (2013) e Il monello, il guru, l’alchimista e altre storie di musicisti (2015), entrambi editi da Mondadori. Come personaggio, con il nome di Paperefano Bolletta, compare sul settimanale Topolino, di cui è anche nominato Ambasciatore.

Per la radio è ideatore e conduttore, con David Riondino e Mirko Guerrini, della trasmissione Dottor Djembè (Radio Rai 3, 2006-2012), da cui nascono anche il libro Lo Zibaldone del Dottor Djembè (2008) e lo speciale tv Buonasera Dottor Djembè (Rai 3, 2010). Dal 2009 sue sono le sigle del palinsesto di Radio Rai 3. A settembre 2020 conduce Evviva su Radio3 insieme a Valentina Cenni,

A teatro collabora, tra gli altri, con Claudio Bisio, Maurizio Crozza, Giuseppe Battiston, Marco Baliani, la Banda Osiris, e scrive le musiche per tre spettacoli di Lella Costa (Alice, una meraviglia di paese, Amleto e Ragazze) e per l’Antigone di Cristina Pezzoli. Membro onorario del Collegio Italiano di Patafisica, è co-autore e attore nello spettacolo La Regina Dada, realizzato insieme a Valentina Cenni nel 2016.

In televisione è ospite fisso di Renzo Arbore nel programma Meno siamo meglio stiamo (Rai 1, 2005) e ideatore, autore e conduttore delle due edizioni di Sostiene Bollani (Rai 3, 2011 e 2013), con cui porta la musica jazz sul piccolo schermo. E ancora crea e conduce  L’importante è avere un piano (Rai 1, 2016): sette appuntamenti in seconda serata su Rai1 con ospiti, improvvisazioni e musica dal vivo. Nel 2021 Bollani torna in tv con il programma di successo Via dei Matti numero 0 scritto e condotto insieme alla moglie Valentina Cenni e in onda su Rai3.

 

Nato a Savona nel 1964, Fabio Fazio è un vero e proprio artista poliedrico: conduttore, presentatore, imitatore, autore e pubblicista. La sua carriera televisiva inizia nel 1983, su Rai 1, con il programma Pronto, Raffaella?, carriera che fino ad oggi non ha mai conosciuto battute d’arresto. Dagli anni ’80 ad oggi lo vediamo in: Loretta Goggi in quiz, Sponcor City, Musica a colori, L’Orecchiocchio, Jeans, Improvvisando, Discoestate, Forza Italia, Fate il vostro gioco, Mai dire mai, Banane, Mi manda Lubrano, Fantastico Bis, BravoGrazie, Diritto di Replica, Porca Miseria, T’amo Tv, Quelli che il calcio, Per Atlanta sempre dritto, Anima mia, Sanremo giovani, Festival di Sanremo (conduttore nel 1999, 2000, 2013, 2014), Prima serata, Che tempo che fa, Vieni via con me, Rischiatutto. Nel 2015 ha inoltre un’esperienza di doppiaggio nel film d’animazione Minions. È anche autore prolifico, ricordiamo:  I grandi perché della vita, Baci. Cento modi per dire ti amo, Il giorno più bello della vita […], Anima mini tour. In giro per i nostri anni ’70, Il giorno delle zucche e, insieme a Luciana Littizzetto due raccolta dei duetti della trasmissione Che tempo che fa (Che litti che fazio; Che litti che fazio 2).

Nata a Roma nel 1980, è attrice, comica imitatrice e conduttrice televisiva e radiofonica. Conseguito nel 1999 il diploma presso la Scuola di recitazione L.T.I. di Roma diretta da Pino Ferrara, inizia la sua carriera artistica a teatro, che non abbandonerà mai. Tra le sue esperienze sul palcoscenico avute dal 2001 ad oggi, ricordiamo: Plautus, Le Nuvole, Sottobanco, Zorro e la foresta incantata, L’amore di Don Perlimplino con Belisa nel giardino, Irresa, Finestra condonata su cortile abusivo, 145 marzo 44 a.C. Doppia Coppia, Performance. Nel 2005 inizia un sodalizio artistico con Lilo & Greg, che si traduce in quattro spettacoli teatrali: The Blues Brothers: il plagio, La baita degli spettri, Far West Story e Intrappolati nella commedia. Imitatrice di celebri personaggi, approda in televisione nel 2005, prendendo parte a numerosi programmi (Bla Bla Bla, Mai dire Grande Fratello Show, Victor Victoria, Quelli che il calcio, Fratelli e sorelle d’Italia, MTV Awards, Striscia la notizia, Glass, Amici di Maria De Filippi, Stasera Casa Mika, Facciamo che io ero) e recitando in varie serie e fiction (L’ispettore giusti, Compagni di scuola, Incantesimo, Carabinieri, Tisana Bum Bum, Il maresciallo Rocca, Normalman, Dov’è Mario). Nel 2016 è conduttrice del Festival di Sanremo. Debutta come attrice del grande schermo nel 2004, con Ladri di barzellette, per poi proseguire la sua carriera con: Romanzo criminale, Lilo e Greg – The movie!, Faccio un salto all’Avana, Cara, ti amo…, Com’è bello far l’amore, L’ultima ruota del carro, Una donna per amica. Parallelamente al cinema, teatro e televisione, è conduttrice radiofonica: 610 (radio 2), Pelo e Contropelo (Radio Kiss Kiss), Radio Tre Suite (Radio 3), Ottovolante (Radio 2), Radio 2 Social Club (Radio 2).

Nata a Roma nel 1964, inizia la sua carriera di attrice nel nel 1986, interpretando piccoli ruoli in alcuni film (Portami la luna, Caramelle da uno sconosciuto, I picari, Il frullo del passero, Il volpone, Rimini Rimini – Un anno dopo, Night club). È con la sua interpretazione nella pellicola Americano rosso – 1991 – che arrivano i primi riconoscimenti artistici (viene personalmente scelta dal regista del film, Alessandro D’Alati). Continua a recitare in numerose pellicole tra il 1991 e il 1993 (Donne sottotetto, Diario di un vizio, Il giudice ragazzino) e nel 1994 raggiunge la celebrità con La bella vita, film di Paolo Virzì che le consente di vincere il Nastro d’argento come migliore attrice protagonista. Prosegue e affina la sua carriera sul grande schermo recitando in numerose pellicole, delle quali ricordiamo: Vite strozzate, Ferie d’agosto, Il signor Quindicipalle, I fobici, Le giraffe, Le ali della vita, A ruota libera, L’acqua…il fuoco, Tutta la vita davanti (che le fa vincere il suo secondo Nastro D’argento), I mostri oggi, La grande bellezza (film candidato al Premio Oscar), Io e lei, Forever Young e il recentissimo Omicidio all’italiana. Tra il 1994 e il 2016 è anche impegnata in tournée teatrali: Alleluja brava gente, Un paio d’ali, Rugantino, La presidentessa, Signori…le patè de la maison!. È attrice in numerose fiction e film per la televisione (Naso di cane, Valentina, una storia italiana, Leo e Beo, Commesse 1-2, Le ali della vita 1-2, Come l’America, Al di là delle frontiere, La terra del ritorno, Dalida, Anna e i cinque 1-2, Né con te né senza di te, Rimbocchiamoci le maniche) nonché co-conduttrice del Festival di Sanremo nel 1996, conduttrice di Donna sotto le stelle nel 1998 e 1999, giudice nella trasmissione Amici di Maria De Filippi dal 2013 al 2016.

Pierfrancesco Diliberto, conosciuto come Pif, conduttore televisivo e radiofonico, regista e attore, nasce a Palermo nel 1972. Si forma a Londra, dove partecipa ai corsi di Media Practice: Television Studio Workshop; Researching for Documentaries; Contemporary Cinema. Inizia la sua carriera come assistente di regia per il progetto Speciale Sicilia nel 1992, per poi debuttare come autore e regista nel 1993 con Vaffantv, prodotto e trasmesso da Antenna uno – Palermo, per la stessa rete l’anno successivo crea un talk show di 12 puntate: Dubius. Nello stesso anno è aiuto regista del documentario Once upon a time Corleone. Continua la sue esperienza di autore e regista con tre cortometraggi (Somewhere – da qualche parte, Mister man, A presto dunque), mentre nel 1996 è produttore esecutivo e cameramen di due documentari per Mediterraneo, trasmesso da Rai 3. Tra il 1997 e il 1998 è assistente alla regia di due importanti film: Un tè con Mussolini (di Franco Zeffirelli) e I cento passi (di Marco Tullio Giordana). Debutta in televisione nel 2000 approdando su Italia 1 con Candid & Video Show, è inviato per Le Iene dal 2000 al 2007, per poi diventarne conduttore nel 2016. Nel 2013 vede la luce il suo primo lungometraggio, del quale è regista, soggetto e sceneggiatore: La mafia uccide solo d’estate (che diventerà successivamente anche una serie tv). Nel 2016 esce nelle sale il suo secondo film: In guerra per amore.

Nata a Catania nel 1985, è conduttrice televisiva e attrice, nonché Miss Italia 2008. L’anno dopo è conduttrice di Unomattina Estate, tra il 2009 e il 2016 la vediamo in numerose trasmissioni, quali: Mare latino, Aspettando Miss Italia, Mattina in famiglia, Unomattina in famiglia, Drugstore, Movie Drugstore e Le Iene. Nel 2012 è madrina del Roma Fiction Fest. Come attrice debutta sul grande schermo nel 2010, con il film Genitori & figli – Agitare bene prima dell’uso. Prosegue la sua carriera cinematografica recitando in altri film: I soliti idioti – Il film, Fratelli unici, La scuola più bella del mondo, Un paese quasi perfetto, In guerra per amore, Fai bei sogni. Ha recitato anche in produzioni destinate alla televisione: il film Il ritmo della vita (2010) e varie serie tv (Camera Cafè, Distretto di polizia 11, Un passo dal cielo 2, Il tredicesimo apostolo, La dama velata, 1992, Non uccidere, I Medici e 1993).

Comica, cabarettista, conduttrice televisiva e radiofonica,  attrice, doppiatrice e scrittrice: tutto questo è Luciana Littizzetto. Nasce a Torino nel 1964 e inizia la sua formazione artistica tra il 1988 e 1990, frequentando la scuola di recitazione dell’Istituto d’arte e spettacolo al circolo Dravelli di Moncalieri.
Inizia quella che sarà la sua inarrestabile carriera televisiva nel 1991, con Avanzi, per poi continuare con: Su la testa! Cielito lindo, Facciamo Cabaret, Ciro, il figlio di Target, Mai dire Gol, Quelli che il calcio, Mai dire Domenica, Le Iene, Che tempo che fa, Quello che (non) ho, Italia’s Got Talent. È conduttrice insieme a Fabio Fazio di due edizioni del Festival di Sanremo, nel 2013 e nel 2014. Dal 1994 al 2001 è conduttrice di numerosi programmi radiofonici per Radio2, per poi diventare nel 2002 conduttrice del programma in onda su Radio Deejay La Bomba.
Debutta sul grande schermo nel 1997 con Tutti giù per terra, film cui seguiranno: Tre uomini e una gamba, Scomparsa, Svitati, E allora mambo!, La grande prugna, Tutti gli uomini del deficiente, Tandem, Ravanello pallido, Se devo essere sincera, Manuale d’amore, Cover boy – L’ultima rivoluzione, Ripopolare la reggia, Tutta colpa di Giuda, Genitori & figli – Agitare bene prima dell’uso, Matrimoni e altri disastri, Maschi contro femmine, Femmine contro Maschi, Il giorno in più, È nata una star?, Aspirante vedovo e Io che amo solo te. Ha anche recitato in fiction televisive, la ricordiamo in Camera Cafè, Pinocchio, Non pensarci – La serie, Fuoriclasse.
È autrice di numerosi libri: Minchia Sabbry!, Ti amo bastardo, Un attimo, sono nuda, Sola come un gambo di sedano, La principessa sul pisello, Col cavolo, Rivergination, Che Litti che Fazio, La Jolanda furiosa, I dolori del giovane Walter, L’educazione delle fanciulle. Dialogo tra due signorine per bene, Madama Sbatterflay, L’incredibile Urka e La bella addormentata in quel posto.

All’anagrafe Fabio Bonetti, nasce a Calcinate nel 1972. Scrittore, attore, doppiatore, sceneggiatore e conduttore radiofonico e televisivo, inizia la sua inarrestabile carriera nel 1996 su Radio Capital, con Pss pss, passando poi a Radio 2 con Soci da spiaggia, per approdare su Radio Deejay come conduttore del celebre Il Volo del mattino.
Il suo esordio in televisione è del 1998, a Le Iene, successivamente lo vedremo in: Candid Camera, Ca’ Volo, Il volo, Il coyote, Smetto quando voglio, Lo spaccanoci, Italo…, Volo in diretta, Che tempo che fa, Untraditional e Untaditional 2 (2018 ). Nel 2003 vive l’esperienza teatrale con Il mare è tornato tranquillo, di Silvano Agosti. Tra il 2002 e il 2016 recita in numerosi film: Casomai, Playgirl, La febbre, uno su due, Manuale d’amore 2, Bianco e nero, Matrimoni e altri disastri, figli delle stelle, Niente paura, Il giorno in più Studio illegale, Un paese quasi perfetto.
Ben due le sue esperienze come sceneggiatore: nel 2007, con Uno su due, nel 2011, con Il giorno in più.
Tra il 2001 e il 2015 è autore di numerosi romanzi che hanno scalato le classifiche italiane di vendita e sono stati anche tradotti: Esco a fare due passi, È una vita che ti aspetto, Un posto nel mondo, Il giorno in più, Il tempo che vorrei, Le prime luci del mattino, La strada verso casa, È tutta  vita, Una gran voglia di vivere.

Nato a Genova nel 1979, è attore teatrale, comico e cabarettista. Nel 2006 si diploma presso il Teatro Stabile di Genova, dal 2005 al 2014 è impegnato in numerose rappresentazioni teatrali, ovvero: Una serata con Feydeau, L’allegro diavolo, L’eccezione e la regola, Enrico V, Romeo e Giulietta, Tutto è bene quel che finisce bene, Un posto luminoso chiamato giorno, Mercator, Antigone, Anfitrione, La bisbetica domata, Re Lear, The Unseen, Tre stelle sopra il baldacchino, Il castello, Dopo il terremoto, La bottega del caffè, Bianco, Quando fai qualcosa in giro dimmelo, Moscheta, Sogno di una notte di mezza estate, Facciamo che io ero io, Il bugiardo. Nel 2013 recita nel film Sole a catinelle, torna sul grande schermo nel 2015 con La felicità è un sistema complesso. In qualità di attore comico, fa parte del cast fisso di Zelig dal 2010; altra esperienza televisiva è quella nella serie tv Tutto può succedere del 2015, in cui interpreta il ruolo di Elia.

Modella, attrice e conduttrice, nasce a Roma nel 1972 e debutta in televisione nel 1991, nel programma Attenti al dettaglio. Da allora ad oggi, la vediamo impegnata in numerosi programmi, quali: Qui si gioca, Amici mostri, Novantatre, Il grande gioco dell’oca, Colpo di fulmine, Festivalbar, Fuego, Mai dire Gol, Macchemù, Le Iene, Il galà della pubblicità, Scherzi a parte, Fashion Style, Zelig.
Dal 2005 è conduttrice del Grande Fratello e dell’Isola dei famosi dal 2015.
Esordisce al cinema nel 1994 in Chicken Park, per poi recitare in Tra noi due tutto è finito, Il mio West, Tutti gli uomini del deficiente.
Numerosi i film e le fiction per la televisione: Un cane e un poliziotto, Tequila & Bonetti, Carabinieri, Il giudice Mastrangelo 2, Un amore di strega e Così fan tutte.
Vincitrice di numerosi premi e riconoscenti (ricordiamo il Premio Regia Televisiva come personaggio televisivo dell’anno nel 2010), è impegnata in numerose attività, come il suo fashion and lifestyle blog LaPinella.com e la sua linea di borse marksandangels.

Attrice, comica e conduttrice televisiva, inizia la propria formazione artistica nel 2000, frequentando il laboratorio teatrale Scaldasole. Quella che diventerà la sua brillante carriera televisiva vede la prima esperienza già nel 2001, quando Geppi Cucciari entra a far parte del laboratorio artistico di Zelig. Nello stesso anno si laurea in giurisprudenza alla Cattolica di Milano. Dal 2001 in poi, l’artista dimostra la sua anima poliedrica: teatro, televisione, cinema, radio e pubblicazioni editoriali. Per quanto riguarda il teatro, ricordiamo: Maionese, Si vive una volta sola, Ferite a morte e La Famiglia Addams. Debutta sul grande schermo con Grande, grosso e…Verdone nel 2006, per poi recitare in altre pellicole, quali: L’arbitro, Passione sinistra, Una donna per amica e Un fidanzato per mia moglie.
Ricchissima la sua esperienza televisiva, tra il 2001 e il 2016 la vediamo in: Short and Spotty, Zelig Off, Comedy lab, Zelig Circus, Belli dentro, Attacco allo Stato, Geppy Hour, Victor Victoria, Italia’s got talent, G Day, ospite nella serata finale del Festival di Sanremo 2012, Le invasioni barbariche, conduttrice nel 2013 del Concerto del primo maggio, Le iene. Conduttrice radiofonica, nel 2004 partecipa alle trasmissioni Pinocchio (Radio Deejay) e Scaldanight (Radio Popolare). Pubblica due romanzi: Meglio donna che male accompagnata nel 2006 e Meglio un uomo oggi nel 2009. Numerosi i premi che l’artista riceva tra il 2005 e il 2012: Telegrolla come miglior attrice di sitcom (per Belli Dentro), Premio Navicella d’argento, Premio Ennio Flaiano per la trasmissione G Day, Premio satira politica Forte dei marmi, Premio Regia Televisiva e Premio Sasso Marconi come personaggio femminile televisivo dell’anno, Premio Immagini Amiche, Premio Eleonora d’Arborea e Premio Ideona per G Day come migliore collaborazione artista- autori.

Tommaso nasce a Milano nell’Aprile del 1995. Debutta in televisione su MTV con il programma Riccanza. Nel 2018 partecipa al programma di Rai 2, Pechino Express e nel 2020 è stato grande protagonista e vincitore del Grande Fratello Vip 5. Successivamente è stato uno degli opinionisti dell’Isola dei Famosi ed ospite fisso al Maurizio Costanzo Show. A Novembre 2021 è iniziata la sua avventura su Discovery dove ha condotto il programma “Drag Race Italia”, la prima stagione del format americano di Ru Paul.

Oggi è anche molto seguito ed amato sui social e conta quasi 2 Milioni di followers su Instagram.

Giornalista professionista è nata a Viareggio, in Toscana, il giorno di Natale del 1986.

Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione alla Sapienza di Roma, ha conseguito un master alla Scuola Superiore di giornalismo Massimo Baldini della Luiss e ha cominciato a muovere i primi passi in questo lavoro come cronista per Il Secolo XIX. Parla inglese e tedesco.

È passata alla televisione nel 2014 grazie a Michele Santoro che l’ha scelta come inviata per i suoi programmi, “Servizio Pubblico” e “Anno Uno”. Ha lavorato come inviata per “In Onda” e “La Gabbia” di Gianluigi Paragone, sempre su La7. Ha scritto e girato come autrice il documentario “Tipi da Spiaggia” prodotto da Zerostudio’s e trasmesso su Rai 3.

Dal 2017 è inviata del programma “Le Iene show”, di Davide Parenti.

 

RICONOSCIMENTI

2021 – Premio giornalistico Alessandra Bisceglia

2020 – Premio Internazionale Cristiana Matano

2017 – Premio L’Anello Debole, Capodarco Film Festival

2016 – Premio Maurizio Rampino

2013 – Premio Cnog “Formazione per l’informazione”

2013 – Premio Lorenzo Perrone – Informare è prevenire

Valentina Cenni, riccionese, diplomata all’Accademia nazionale d’arte drammatica e alla Royal Academy of Dance, alterna recitazione, regia, arti performative e fotografia. Al cinema ha lavorato come attrice con Sergio Castellitto, Elio Germano, Emanuele Crialese, mentre a teatro è stata diretta tra gli altri da Fausto Paravidino, Cristina Pezzoli, Luigi Lo Cascio, in classici di Pinter, Sofocle, Shakespeare, e ha danzato e recitato nella commedia musicale di Garinei e Giovannini Aggiungi un posto a tavola. Nel 2016, anno in cui ha vinto il Premio “Vincenzo Cerami” come miglior attrice giovane, ha debuttato come autrice e regista con La regina Dada, spettacolo scritto e interpretato con Stefano Bollani. La collaborazione con il compositore e pianista abbraccia anche la musica, la radio e la tv. Nel 2016 dirige e interpreta La fata del sonno, sette short stories all’ interno del programma L’importante è avere un piano (Rai1). Dopo l’esperienza radiofonica di Evviva! (Radio3, 2020), scrive e conduce lo show pre-serale Via dei Matti n° 0, che vince il premio Flaiano come miglior trasmissione culturale del 2021. In parallelo porta avanti l’attività di fotografa, realizzando anche copertine di libri e dischi.

Conduttrice televisiva che vanta un’eccellente carriera ventennale da protagonista del piccolo schermo.

Dopo i grandi risultati ottenuti in sei anni di conduzione di Detto Fatto su Rai2 – il factual show nel quale ha lavorato anche nella veste di autrice – nel 2018 ha ricevuto la promozione sulla rete ammiraglia dove ha condotto per due anni il programma Vieni da Me.

Nel 2021 è stata nella giuria de Il Cantante Mascherato, condotto da Milly Carlucci in prima serata su Rai1 e ha debuttato nel mondo del podcast conducendo il format Ricomincio dal NO, prodotto da Chora.

È una famosa digital talent grazie alla sua attività sui social network, dove conta oltre 2,5 milioni di follower tra le sue community social, incluso il suo blog Caterina’s Secrets.

Nata a Napoli, ma cresciuta ad Aversa, Caterina inizia la sua carriera nel mondo dello spettacolo a 19 anni con la partecipazione al concorso di Miss Italia, classificandosi al terzo posto. Il suo talento, la sua professionalità e la sua simpatia non passano inosservati e l’anno successivo, trasferitasi a Roma, avvia un’importante collaborazione con Rai1, partecipando come inviata ad alcuni programmi, tra cui I Raccomandati di Carlo Conti, Miss Italia, Miss Italia Top e Miss Italia Notte.

La collaborazione con la rete ammiraglia Rai continua con il suo ingresso nella famiglia di Uno Mattina e con la conduzione di molte altre trasmissioni, anche in prime time: Festa italiana, Dimmi la verità, Napoli prima e dopo, Stasera mi butto, Miss Italia nel Mondo, I sogni son desideri.

Nel 2009 trionfa nel Premio Regia Televisiva come Personaggio rivelazione dell’anno. A settembre 2010 diventa la mattatrice del pomeriggio di Rai2 con la trasmissione Pomeriggio sul 2, ottenendo ottimi ascolti.

Nello stesso anno, Caterina inizia la sua avventura radiofonica su Radio Montecarlo come ospite fissa al programma Alfonso Signorini Show.

Dal 2013 conduce ed è autrice di Detto Fatto su Rai2, il primo programma della tv generalista ad occuparsi di tutorial.

Nel 2015 è alla guida del programma Monte Bianco, in prima serata su Rai2.

Oltre ad essere un’apprezzata conduttrice, Caterina è anche la mamma di due bambini, Guido Alberto e Cora, ed è autrice di numerosi best-seller editi da Rizzoli, fra cui: Tutti quanti abbiamo un angelo, La casa stanza per stanza, Il look giorno per giorno e La cucina ricetta per ricetta.

È del 2015 la pubblicazione per Rai Eri de Le cartoline del sorriso, un colouring book di 50 cartoline a tema il cui ricavato è stato interamente devoluto da Caterina a Imation Onlus.

Nel 2018 è stato pubblicato il primo romanzo di Caterina “Gli uomini sono come le lavatrici” ed. Mondadori.

Nel 2020 viene nominata Madrina dell’Oceano dall’Unesco, carica che terrà per i prossimi 10 anni.

Ema Stokholma, nome d’arte di Morwenn Moguerou, nasce a Romans-sur-Isère, piccola cittadina non troppo distante da Valence, nel cuore della Francia.

Giovanissima, inizia a viaggiare e vivere le capitali più importanti d’Europa: Londra, Parigi e Berlino. Proprio nel corso di queste esperienze, si consolida la sua passione per la musica, riuscendo ad affermarsi come una delle dj più rinomate.

Arrivata in Italia, comincia a seguire, commentando in televisione e dietro i microfoni della radio, i grandi eventi musicali per la Rai: racconta il Festival di Sanremo su Rai Radio 2 insieme a Gino Castaldo, i Brit Awards per Rai 4 insieme ad Andrea Delogu, e, per la stessa rete, con Federico Russo l’Eurovision.

Nel 2020 è alla conduzione del Prima Festival della 70esima edizione del Festival della canzone italiana. Inoltre, presenta su Rai 4 Stranger Tape in Town, un programma tv che fotografa i nuovi artisti del panorama musicale italiano, trapper e rapper, proprio nel cuore dei luoghi simbolo della nuova scena musicale: la strada e i quartieri popolari.

Dal 2017 con Gino Castaldo conduce il programma Back2Back in onda su Rai Radio2, uno spazio dedicato alle tendenze musicali, al cinema e alle serie TV. Nel 2020, la coppia è alla conduzione di nuovi format: Let’s Play, una serie di appuntamenti con i big della musica italiana, ripercorrendo la carriera e la vita privata di autori e performer; ed Esordi, il primo no talent radiofonico che da spazio ai giovani cantanti che saranno le voci di domani.

Disponibile anche su Rai Play, Ema e Gino presentano al pubblico giovani cantautori, sostenuti dai consigli di grandi artisti che raccontano e condividono a loro volta i loro esordi, vicini e lontani.
In occasione della 71esima edizione del Festival di Sanremo, Ema racconta su Rai 1 le audizioni di Ama Sanremo, il concorso che porterà sul palco del Festival le nuove proposte. Sempre con Gino Castaldo e Andrea Delogu, commenta la kermesse canora dalla Glass Box del Teatro Ariston.

Il suo account Instagram, @emastokholma, è una galleria d’arte 2.0 in cui, da 4 anni, condivide le tele che realizza, incorniciando così i momenti più significativi della sua vita.

Per il mio bene è il suo primo romanzo autobiografico, edito da Harper Collins Italia, in cui racconta il suo passato, un’infanzia travagliata che le ha insegnato a non perdere la speranza perché il lieto fine é possibile.

Nel 2021 Ema debutta nella veste di cantante: il suo primo singolo, Ménage à trois, è uscito per Polydor il 18 giugno.

Nata a Napoli nel 1985, giornalista professionista, durante gli studi universitari (Relazioni Internazionali) si trasferisce in Cina dove lavora come interprete per il Coni durante le Olimpiadi di Pechino 2008 e la Gazzetta dello Sport. É così che scopre il giornalismo. Dopo due anni in Usa e un’esperienza all’ufficio stampa dell’Ambasciata italiana di Washington DC, torna in Italia e inizia a collaborare con il Fatto Quotidiano, la Repubblica e Rai3. Poi le Iene, dove è inviata e conduttrice.

Riconoscimenti: premio Giuseppe D’Avanzo, la Repubblica, 2012.

Fedrica Cacciola è un’ attrice, autrice e conduttrice nata a
Taormina nel 1986 .
Inizia a studiare recitazione a 15 anni e dopo la maturità si
trasferisce a Milano dove si laurea in Lettere e Filosofia e
consegue, contestualmente, il diploma in arti performative.
Nel 2008 esordisce come attrice professionista, prendendo
parte ad oltre 20 produzioni.
Diventa nota nel 2014 grazie al personaggio satirico di Martina
Dell’Ombra, con cui raggiunge oltre 50 milioni di views sul web.
Nel 2016 vince il “Premio Satira di Forte dei Marmi” e nel 2018
viene premiata come rivelazione dell’anno da Mario Sesti agli
“Splendor Awards”.
In televisione è stata autrice e co-conduttrice, insieme a Serena
Dandini, de “La tv delle ragazze- Gli Stati Generali”, Rai3,
inviata fissa per “Nemo- Nessuno Escluso”, Rai 2, ed autrice e
protagonista di “Pink Different”, in onda su FoxLife.
Ha partecipato, tra gli altri, a “Le parole della settimana”, Rai 3,
“Accordi e Disaccordi”, La9, “Kudos”, Rai4.
Al cinema ha preso parte al film “Notti Magiche”, di Paolo Virzì,
ed è tra i protagonisti della serie “Romolo+Giuly: La Guerra
Mondiale Italiana”, di Fox Italia.
Ha collaborato, con una rubrica fissa, con il FattoQuotidiano.it.
Nel 2018 ha pubblicato “Fake-una storia vera”, il suo primo
romanzo.

Antonio Ornano nasce a La Spezia il 9 settembre del 1972.

Fin da giovane coltiva la passione del teatro, frequenta il laboratorio di un piccolo teatro di ricerca ed entra a far parte della compagnia.
Frequenta il laboratorio Zelig di Genova, dove incontra autori e comici che ingenuamente lo sostengono nei suoi personaggi: Space Cacace, il caustico muratore di Renzo Piano, Franco Prunes, uno spietato life coach, esperto in tecniche di seduzione e di gestione del personale, Ignazio, figlio unico oppresso dalla mamma e ossessionato dalla chirurgia estetica e il Prof. Tommaselli, poi Prof. Ornano, biologo naturalista  il cinico professore fuori dagli schemi, che non perde occasione per ridicolizzare mode e costumi che riguardano gli animaletti domestici e i loro padroni, esaltando al contempo le abitudini predatorie e sessuali di quel mondo animale che ancora si mantiene selvaggio. Al di fuori del palco, Antonio Ornano continua, e ringrazia Dio finchè dura, a lavorare presso un’organizzazione imprenditoriale che rappresenta le piccole e medie imprese. Oltre ad essere un formatore, si occupa quotidianamente di litigare con i politici e cerca nel suo piccolo di attivare progetti che migliorino la qualità della vita. Da quest’anno è  in onda  come ospite fisso tutte le domeniche su Rai 2 nella trasmissione “Quelli che il calcio”

 

Classe 1966, è attore, comico, imitatore, doppiatore e conduttore televisivo. Fra le sue imitazioni più note ricordiamo quelle di Maurizio Gasparri, Pier Ferdinando Casini, Antonio Di Pietro, Alberto Angela, Bruno Pizzul, Piero Fassino, Gad Lerner, Renato Schifani, Sandro Piccinini. Esordisce in televisione nel 1990, come concorrente di Stasera mi butto, per poi partecipare a numerose trasmissioni e fiction: Ricomincio da due, TG X, Ciao Weekend, Producer, il grande gioco del cinema, Pippo Chennedy Show, La posta del cuore, Ciro, Convenscion, L’Ottavo nano, Mai dire Domenica, E poi c’è Filippo, Superciro, Papa Luciani – Il sorriso di Dio, Tutti pazzi per amore 1 e 2, Fuoriclasse, Per un pugno di libri. La sua carriera televisiva è concomitante al suo impegno in teatro, tra il 1993 e il 2011 lo vediamo recitare in: La finta ammalta in musica, Casablanca, Snoopy, the musical, Belushi: sesso droga e rock’n’roll, Roma città prigioniera, Una volta nella vita, Madri e figli, Mescal, California Suite, L’Apparenza Inganna, La lunga notte del dottor Galvan, Un certo signor G, Terra padre. Dal 1994 è attore in numerose pellicole cinematografiche: Ladri di cinema, Cosa c’entra con l’amore, Due volte nella vita, Viol@, Ravanello pallido, Quasi quasi, Un Aldo qualunque, Bimba – È clonata una stella, Il cuore altrove, Se devo essere sincera, La seconda notte di nozze, L’estate del mio primo bacio, Baciami piccina, Lezioni di cioccolato, I mostri oggi, Gli amici del bar Margherita, La scomparsa di Patò, The Tourist, Tous les soleils, Una donna per la vita, Lo specchio di Calvino, Asterix e Obelix al servizio di Sua Maestà, Mi rifaccio vivo, Smetto quando voglio, Sei mai stata sulla Luna?, Leoni, Latin lover. Inoltre, vanta di numerosissime esperienze di doppiaggio per film d’animazione e film stranieri, è vincitore nel 2003 del Nastro d’argento nella categoria miglior attore protagonista per il film Il cuore altrove.

Classe 1959, è un comico, imitatore e conduttore televisivo. Nel 1980 si diploma presso la Scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova sotto la guida di Gian Maria Volonté. Si approcci a inizialmente al teatro classico, recita nel 1983 al Teatro Pierlombardo a fianco di Franco Parenti nello spettacolo Bosco di Notte (regia di A. Ruth Samma). Segue un’intensa attività teatrale con la Compagnia Teatro dell’Archivolto: Gli accidenti di Costantinopoli (Goldoni), L’incerto palcoscenico (repertorio futurista), Il malloppo (Joe Orton), Angeli e soli (tratto dalla penna di Italo Calvino), Tango del calcio di rigore (O. Soriano), Barbiturico (da Woody Allen). Forma il gruppo cabarettista Broncoviz nel 1990, anno che segna il passaggio dal teatro classico a quello comico, con il quale porta in scena Il bar sotto il mare e Amlieto, scritto appositamente per loro dall’autore bolognese Stefano Benni. Gli anni Novanta coincidono per Crozza con il suo ingresso nel mondo televisivo: Avanzi, Tunnel, peggio di così si muore, Hollywood Party, Mai dire gol, Muratori. Nel 2000 debutta in teatro con La vita non è rosa e fiore, portando in scena otto racconti surreali e poetici; tra il 2004 e il 2005 è impegnato nella tournée teatrale Ognuno è libero. Prosegue la sua carriera televisiva: Quelli che il calcio, Baristi, Ballarò (copertina), Rockpolitik, Crozza Italia,  Crozza Alive, Italialand, Crozza nel Paese delle Meraviglie, diMartedì, Fratelli di Crozza.

Giovane trio comico milanese, i Trejolie sono Tomas Leardini, Marcello Mocchi, Daniele Pitari, attori diplomati alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano. Diventano noti al grande pubblico partecipando e vincendo il programma televisivo Italia’s Got Talent 2017, grazie alla loro comicità a un tempo demenziale ed elegante, fatta di rivisitazioni di famosi brani musicali e letterari.

Appassionata di cibo & cucina sin da piccolissima, food blogger, è vincitrice della terza edizione del programma Masterchef Italia.

Classe 1980, è conduttore televisivo e radiofonico. Il suo esordio in radio è del 2001, su Radio Sieve, per poi lavorare tra il 2003 e il 2007 per RDS. Nel 2007 inizia la sua esperienza di speaker per Radio Deejay. Inizia la sua attività televisiva nel 2002, con Operazione Trionfo, di cui è prima concorrente e poi inviato, lo vediamo su MTV tra il 2004 e il 2005, come conduttore di TRL – Total Request Live, MTV Day e Hitlist Italia. Nel 2008 approda in Rai, dove condurrà e prenderà parte a numerosi programmi: Scalo 76, The Voice of Italy, Emozioni, Eurovision song contest, Dieci cose, PrimaFestival. Ha avuto anche esperienze come attore, lo ricordiamo in Camera caffè, Via Massena, I soliti idioti. Nel 2011 pubblica il libro Ci si mette una vita.

Conduttrice televisiva e modella, nasce a Milano il 17 maggio del 1988, cominciò a studiare pianoforte all’età di tre anni. Raggiunse la notorietà e la popolarità grazie a Gabriele Muccino che la selezionò per uno spot della TIM.
Il suo debutto in televisione risale al luglio del 2009 con la partecipazione ai Venice Music Awards su Rai 2 nel ruolo dell’inviata per i collegamenti dal backstage, quindi con la conduzione dello spin-off Venice Music Awards Giovani. Nella stagione 2009-2010 ha partecipato, come pianista, al Chiambretti Night, programma in onda su Italia 1 dal settembre 2009 all’aprile 2010 in seconda serata.
Nel dicembre 2009 iniziò la conduzione in solitaria in prima serata di Wild – Oltrenatura, programma di Italia 1 con il quale ha riscosso molto successo, dal 2009 al 2013 sono state prodotte ben sei edizioni consecutive con la sua conduzione in solitaria.
Nell’estate 2011 conduce, in prima serata, Tamarreide, docu-soap di Italia, nel 2013 conduce Tamarreide director’s cut, spin-off di Tamarreide in onda su Italia 2 in prima serata. Dal giugno 2011 fino al gennaio 2014 conduce (insieme a Federico Russo) Takeshi’s Castle su Cartoon Network e Boing. Alla fine del 2011 ha debuttato al cinema recitando in The Dove and the Serpent, un cortometraggio diretto da Brian Butler. Nel maggio 2012 ha partecipato, come attrice e showgirl, al programma di Italia 1 Colorado – ‘Sto classico. Nel settembre 2012 ha partecipato (con Beppe Braida al Celebrity Games, reality show sportivo di Italia 1.
Nel 2013 conduce (insieme ad Alfonso Signorini) il Forever Together Summer Show (evento di moda prodotto da Calzedonia per Italia 1), nel maggio 2013 ha condotto (insieme a Federica Nargi e Paolo Ruffini) Colorado … a rotazione! sempre su Italia 1. Nell’autunno 2013 ha partecipato, come attrice, alle riprese dei film Sapore di te (diretto da Carlo Vanzina) e Tutta colpa di Freud (diretto da Paolo Genovese) usciti al cinema nel gennaio 2014. Nello stesso anno conduce la settima edizione di Wild – Oltrenatura e relativo “special”di fine stagione, affiancata nella conduzione da Carlton Myers. Il tandem Cicogna-Myers viene confermato alla conduzione del programma di Italia 1 Wild – Oltrenatura anche per l’ottava edizione in onda da gennaio 2015 fino all’estate dello stesso anno.

Nato a Genova nel 1969, è attore, comico e conduttore televisivo. Si forma presso la scuola professionale del Teatro Stabile di Genova, per poi conoscere durante un provino Luca Bizzarri, con cui formerà la celebre coppia comica in seguito all’esperienza comune nel gruppo cabarettistico I Cavalli Marci. Costante il suo impegno nel teatro, lo ricordiamo in Trappola per topi, Il vero ispettori segugio, Drammi in famiglia, Il suicida, Amore per amore, Salvo, Riccardo III, Quattro passi nella storia; con I Cavalli Marci nella maratona cabarettistica Le 24 ore di cabaret; con il collega Luca in Primosecondonoi, Sereni ma coperti, Cabajazz, La passione secondo Luca e Paolo, Non contare su di noi. Inizia la sua carriera televisiva nel 1997, con Ciro, il figlio di Target, cui seguiranno molte altre esperienze: La posta del cuore, Mai dire Gol 2001, Mtv trip, Le Iene e Le Iene Show, Camera Cafè, Super Ciro, La strana coppia, Scherzi a parte. Nel 2011 conduce il Festival di Sanremo, con Gianni Morandi, Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez. Debutta al cinema nel 1999 con E allora mambo!, per poi prendere parti a numerosi altri film, quali: Tandem, Oggi è una bella giornata, …e se domani, Asterix alle Olimpiadi, Immaturi, Immaturi – Il viaggio, Colpi di fortuna, Un fidanzato per mia moglie. Vanta anche di esperienze di doppiaggio in film d’animazione: Trilli, Le follie dell’imperatore, La foresta magica, Sitting Ducks.

Nato a Cecina nel 1971, è attore teatrale, comico e imitatore. Esordisce in televisione nel programma Macao nel 1997, per poi partecipare a Convenscion, Assolo, Nessundorma, Mai dire Lunedì, Mai dire Grande Fratello & figli, Queli che il calcio, Glob – L’osceno del villaggio, Second Italy, Stiamo tutti bene, Parla con me, I migliori anni. Debutta al cinema nel 2011 con Manuale d’amore 3, tra il 2013 e il 2016 lo vediamo recitare in altri film destinati al grande schermo, quali: L’ultima ruota del carro, La scuola più bella del mondo, Poveri ma ricchi. Parallelamente alla sua carriera televisiva, è anche attore teatrale. Formatosi presso il Laboratorio d’Arti Sceniche di Volterra, ha interpretato numerosi ruoli drammatici con la Compagnia Teatrale del Fiume, è protagonista della parodia La Turandot, dal 2005 collabora con la Clara Schumann – Teatro di Collesalvetti affiancando il M° Mario Menicagli nella direzione e cordinamento artistico della programmazione e curando gli allestimenti di versioni semi sceniche di celebri opere liriche. Insieme all’autore Simone Tamburini e il regista Massimiliano Gionti è fondatore della società di produzione cinematografica Mamononmamo produzioni.

Attore, comico e conduttore televisivo, il suo debutto avviene nel 1986, a teatro. Nel 1994 consegue il diploma presso la scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova, interpretando il protagonista della rappresentazione Il suicida nel saggio finale. Sempre per il Teatro Stabile di Genova sarà protagonista di alcune tragedie, delle quali ricordiamo Riccardo III, Hamlet e Ivanov. Collaborerà con varie compagnie teatrali fino al 1998, conoscendo ad un provino Paolo Kessisoglu, con il quale formerà lo storico duo comico. È infatti con Paolo che calca per prima volta la scena televisiva in Ciro, il figlio di Target, cui seguiranno numerosissimi programmi: La posta del cuore, MTV trip, Mai dire Gol, Le Iene e Le Iene Show, Camera Cafè, Super Ciro, La Strana Coppia e Scherzi a parte. Conduce il Festival di Sanremo nel 2011 e nel 2012. Tra il 1999 e il 2012  è attore per il grande schermo, nei film E allora mambo!, Tandem, E se domani, Asterix alle Olimpiadi, Immaturi e Immaturi – il viaggio. Luca Bizzarri ha anche avuto esperienze di doppiaggio in film di animazione: Le follie dell’Imperatore, La foresta magica, Sitting ducks e Trilli.

Pagina successiva »
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto